24/05/2019 - La versione mobile del Sito web sarà presto online. In costruzione.
HOME / CHI SIAMO

LA STORIA

Il “Borgo del Gusto” è una sezione della Friultrota dedicata alla moderna distribuzione, nata per soddisfare le esigenze di chi ha poco tempo, ma non vuole rinunciare alla bontà e alla sicurezza alimentare.
Lavoriamo diversi tipi di pesce, senza far uso di conservanti o coloranti, offrendo prodotti senza spine, pronti da mangiare.
Le specialità principali sono a base di trota, perché con queste siamo nati, molti anni fa.

LE MATERIE PRIME

All’inizio della nostra attività di allevamento è nato il motto: “Una trota per essere buona deve essere una buona trota”. Sembra un gioco di parole, ma in questa frase era (ed è tutt’ora) racchiuso il nostro credo: per ottenere un buon prodotto trasformato è necessario partire da una materia prima di grande qualità. E per ottenere questo risultato bisogna allevare le trote senza forzature e ricreando, per quanto possibile, il suo ambiente naturale: grandi spazi a disposizione del pesce (l’allevamento contiene mediamente l’1,5% di pesce e 98.5% di acqua….), vasche con fondali in ghiaia, sponde inerbite e una corrente idrica sempre adeguata. Insomma, le condizioni ideali, oltre che per il benessere del pesce, per ottenere una trota dalle carni compatte, magre e saporite, che ben si prestano ai processi di trasformazione, in particolare all’affumicatura.
La stessa cura e attenzione nella selezione delle materie prime è applicata anche per gli altri pesci, siano essi di allevamento o selvaggi, come l’aringa e lo sgombro.
Preferiamo i pesci che provengono da pesca sostenibile, applichiamo rigorose norme igieniche e siamo molto attenti al rispetto della catena del freddo.
La continua ricerca della qualità e salubrità, ci ha portato, a metà degli anni 90, per primi in Europa, ad intraprendere anche l’attività di produzione biologica, in base ad un disciplinare privato redatto dall’organismo di certificazione QC&I di Siena. La produzione, adeguata ora alla normativa vigente, è ancora attiva e per la materia prima si avvale della collaborazione di altri allevamenti italiani.